Alla fine degli anni ’60 e all’inizio degli anni ’70, John Lennon iniziò a sostenere attivamente un’ampia varietà di cause politiche progressiste e radicali. Difese il movimento contro la guerra, nonché i diritti dei nativi e degli afroamericani, dimostrando un interesse sempre maggiore per il femminismo. Lennon iniziò a creare potenti legami tra la sua musica e la politica del suo tempo. La sua arte divenne un’arma di cambiamento sociale e politico. L’inglese ha manifestato contro il coinvolgimento degli Stati Uniti in Vietnam e ha fornito al movimento americano contro la guerra uno dei suoi inni più consequenziali, “Give Peace a Chance” (1969). Nel 1971 pubblicò anche quella che è ampiamente riconosciuta come una delle più grandi e importanti canzoni pop mai scritte, un appello umanista e un inno socialista chiamato “Imagine”.